Home SEZIONE FOTOGRAFICA

“Un primo maggio di confronto e di condivisione, questo l’obiettivo della nostra tre giorni di Festa del Lavoro: tre giorni dedicati ai lavoratori, ai pensionati, a chi un lavoro non ce l’ha e lo cerca e a chi invece si è arreso”.
Sono parole di Francesco Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, impegnato in questi giorni nell’evento organizzato a Latina, a cui è stato dedicato un intero ‘Villaggio del Lavoro’.
“Dopo due giornate di confronto con il mondo politico nazionale e locale – spiega – domani le piazze e le vie della città saranno interamente dedicate al lavoro e ai lavoratori, ai disoccupati e ai pensionati, alle famiglie, cioè a quell’Italia forte che, nonostante tutto, va avanti e contribuisce per questo a costruire un Paese migliore. Il nostro Primo maggio è un messaggio forte inviato al governo affinché il lavoro torni centrale nell’agenda politica ed economica e così anche i diritti dei lavoratori”.

primo_maggio20161

 

“Italia, Lavoro, Partecipazione sono le tre parole d’ordine per l’edizione 2016 della nostra Festa del Lavoro: Italia, perché il nostro Paese ha bisogno di un vero rilancio; Lavoro, perché, nell’era del Jobs Act, è sempre più povero di diritti e di opportunità soprattutto nel Mezzogiorno, per i giovani e per le donne; Partecipazione, perché noi dell’Ugl da 66 anni ci battiamo affinché diventi la chiave di volta del rilancio di singole aziende così come dell’intero sistema economico ad oggi ancora in stallo”.

Con queste parole il segretario generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone, spiega lo slogan – “Italia, Lavoro, Partecipazione” – scelto per il 1° Maggio organizzato della sua sigla sindacale, che quest’anno si celebra a Roma presso il Palazzo della Civiltà del Lavoro, in viale Pasteur.

Per Capone “le riforme del governo, a partire dal Jobs Act, non stanno funzionando né funzioneranno senza l’apertura di una stagione di investimenti e di politica industriale, condivisa con le parti sociali”.

Programma: dalle ore 10.00 avrà inizio il concentramento presso il Palazzo della Civiltà del Lavoro, dove sarà allestito il palco che, dalle ore 12.00, vedrà alternarsi i rappresentanti di base dell’Ugl di aziende in crisi, che porteranno la loro testimonianza, fino al comizio conclusivo del segretario generale, Francesco Paolo Capone. Quest’anno sarà dedicato uno spazio a ‘La Meta Sociale’, l’organo di informazione dell’Ugl, che con la sua versione quotidiana on-line e i social  darà aggiornamenti in tempo reale della Festa del Lavoro dell’Ugl.

 

Ore 10.00 – Roma, Palazzo della Civiltà del Lavoro – viale Pasteur. Hashtag #1MaggioUgl

Il 1° Maggio 2016 dell’Ugl si celebra a Roma presso il Palazzo della Civiltà del Lavoro, in viale Pasteur, con lo slogan “Italia, Lavoro, Partecipazione”.

Dalle ore 10.00 avrà inizio il concentramento presso il Palazzo della Civiltà del Lavoro, dove sarà allestito il palco che, dalle ore 12.00, vedrà alternarsi gli interventi dei dirigenti sindacali delle categorie e della Confederazione fino al comizio conclusivo del segretario generale, Francesco Paolo Capone.

Quest’anno sarà dedicato uno spazio a ‘La Meta Sociale’, l’organo di informazione dell’Ugl, che con la sua versione quotidiana on-line e i social  darà aggiornamenti in tempo reale della Festa del Lavoro dell’Ugl.

 

Tante testimonianze di sindacalisti di base dell’Ugl sulle aziende in crisi e poi il comizio finale del segretario generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone.

Così si è concluso il 1 Maggio dell’Ugl che quest’anno è stato organizzato a Roma, significativamente tra il Palazzo della Civiltà del Lavoro e la sede di Confindustria,  sotto lo slogan “Italia, Lavoro,  Partecipazione’.

Le ragioni le ha spiegate nel suo intervento dal palco lo stesso Capone: “Noi rappresentiamo dei lavoratori e dei sindacalisti coraggiosi che oggi hanno voluto raccontare  la realtà delle loro aziende in crisi. Abbiamo  scelto il Palazzo della Civiltà del Lavoro per ricordare che l’Italia è stato un Paese all’avanguardia nelle regole sul lavoro e che tutto questo  sta per essere distrutto.

Siamo anche accanto alla sede di Confindustria che ci chiede un  cambiamento  e noi siamo sempre pronti alle sfide, a misurarci con la contrattazione di secondo livello, ma non ad accettare che il taglio dei costi  nei bilanci venga fatto solo sulla pelle dei lavoratori”.

“Ma siamo anche l’unico sindacato che da 66 anni si batte per la partecipazione dei lavoratori alle scelte  e agli utili delle imprese. Siamo convinti che con la contrattazione di secondo livello si possa aprire una strada per la realizzazione di uno strumento che può incrementare la capacità produttiva delle nostre aziende, sia di quelle in buono stato di salute sia di quelle in crisi”.

Lavoratori  e sindacalisti dell’Ugl provenienti da tutta Italia, da Nord a Sud, e di tutte le categorie  si sono incontrati a Roma per celebrare una ‘festa’ irrinunciabile e per testimoniare il disagio di intere categorie come quelle della sanità, del grande distribuzione,  dei trasporti pubblici, dei Metalmeccanici,  dell’Igiene ambientale, delle Poste e dell’Eni, della Sicurezza Civile con il dramma del quotidiano assalto ai portavalori fino ad arrivare ai lavoratori precoci che chiedono di poter andare in pensione con 40 anni di contributi.

 

 


13139042_560317184139920_2689932756141615400_n

13102697_560342114137427_8859567173349279372_n

 

13139042_560317184139920_2689932756141615400_n-1

13118949_972707369516181_2808448440459993077_n

E’ in corso di svolgimento, a Chianciano, il Consiglio Nazionale dell’Ugl.

I lavori hanno avuto inizio oggi, venerdì 29 gennaio alle ore 15.00 con una relazione del Segretario Generale Francesco Paolo Capone,  e si concluderanno sabato 30 gennaio alle ore 13.00.

Temi al centro del dibattito, le questioni di scottante attualità: riforma della contrattazione e partecipazione, il pericoloso declino industriale a partire dalla Siderurgia (Ilva) fino ad arrivare alla Chimica, l’assenza di politiche per il Mezzogiorno, le questioni ancora aperte nella PA dall’inasprimento delle sanzioni al mancato rinnovo del Ccnl, il destino che attende i lavoratori delle Partecipate, i reali effetti del Jobs Act sull’occupazione, il Welfare e le Politiche sociali, Ambiente e Trivellazioni

Presenti, per il Trasporto Aereo, tutti i Consiglieri accreditati, tra i quali il Segretario della Federazione, Francesco Alfonsi.

 

Schermata 2016-01-29 alle 16.17.30

07871a1318796d6ab6fc7dd69094999c

f89efd4386416878a0cc96230f4262f4

497f835c468b799312e686179a7e5778

2f171d274b42586a6688a3b07937b048

2671a19c403dff7d6718191339aa30fb

a01ddedfdd7adeecaae6d4e6d976d5b6

fa58d18060580510121fa690d24a6aa7

IMG_0367

IMG_0368

IMG_0369

IMG_0370

IMG_0371

IMG_0372

 

 

 

 

 

il Centro Studi e Formazione in collaborazione con Piera Campagnoli sta svolgendo presso la sede della Federazione UGL /TA il primo corso di PNL.
La PNL è la scienza che studia in che modo il linguaggio (linguistica) influisce sui nostri programmi (programmazione) mentali (neuro). La definizione più giusta è: la PNL è lo studio dell’esperienza soggettiva.
Questo corso fa parte del programma formativo che il Centro Studi ha organizzato per l’anno accademico 2016 e che permetterà a tutti i corsisti di avere sempre più nozioni e competenze da usare durante la nostra vita lavorativa.
buon lavoro a tutti

 

 

 

IMG_0005

IMG_0007

È in corso di svolgimento, a Milano Linate, il secondo modulo di formazione sulla COMUNICAZIONE organizzato dal Centro Studi e Formazione della Federazione del TA.

Il tema odierno è: PRESUPPOSTI DELLA COMUNICAZIONE.

La Federazione Nazionale della UGL T. A. continua ad implementate i percorsi formativi su tutto il territorio nazionale.
Per ogni maggiore informazione e per esigenze formative invitiamo a prendere contatto con la Segreteria della Formazione scrivendo a formazione@ugltrasportoaereo.it o a consultare la pagina FB Centro Studi e Formazione Ugl TA.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Primo giorno a Tunisi per una delegazione dell’Ugl, guidata dal segretario generale, Francesco Paolo Capone, in vista della nona e ultima tappa di ‘Sudact-Nove proposte per il Mezzogiorno’ che si terrà domani al Regency Tunis Hotel nella capitale tunisina, nel corso della quale si parlerà di immigrazione.
Per la giornata di oggi è prevista l’inaugurazione della nuova sede dell’Enas-Ugl a Tunisi: “per dare un vero impulso ai legami e alla collaborazione fra l’Italia, in particolar modo del Sud, e il resto del Mediterraneo – dichiara Capone – è importante pensare allo sviluppo e al miglioramento dei servizi e delle condizioni di vita su tutte le sponde del Mare Nostrum. L’Enas-Ugl è una realtà importante e operativa in molti Paesi nel mondo – aggiunge -, e con l’apertura di una nuova sede del nostro patronato a Tunisi abbiamo messo in campo un’iniziativa concreta per il raggiungimento di questo scopo, fornendo assistenza sociale gratuita”.
All’evento di inaugurazione presenti, fra gli altri, l’on. Renata Polverini, Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, e Paolo Mattei, presidente dell’Enas-Ugl.

…Segue….

 

 

Nelle Foto, le immagini dell’importante evento.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.