Home SliderOne

Riunione presso il MISE

Società Blue Panorama del 27 luglio 2017

 

 

In data 27 luglio 2017 si è tenuta un’importante riunione di aggiornamento tra i vertici aziendali ed i Dipartimenti Nazionali delle scriventi OOSS per analizzare lo stato dell’arte riferito al progetto di vendita della società Blue Panorama.

Doverosamente, premettiamo che questa riunione è stata fortemente sollecitata dalle OOSS a seguito delle contraddittorie indiscrezioni di stampa e per ricevere ogni più dettagliata informazione di merito atta a riconfermare il valore degli impegni assunti dall’attuale dirigenza aziendale, nella fase della valutazione delle offerte vincolanti.

Soprattutto vi era la necessità di ricevere ufficiali conferme sull’offerta vincolante che risulta essere stata presentata.

La società, alla presenza dei funzionari del MISE, ha quindi definitivamente dichiarato e confermato che risulta essere rimasto in corsa un solo pretendente per l’acquisizione della proprietà di Blue Panorama facente capo al Gruppo UVET che, come noto, è un polo italiano specializzato nel settore turistico e leader nella fornitura di servizi per viaggi d’affari, mobility, turismo e dei principali eventi di corporate.

L’amministratore, Avv. Leogrande, ha ribadito che l’offerta vincolante di questo Gruppo è stata ritenuta la più attendibile e sostenibile e segue in questi giorni l’iter previsto dalla legge vigente; è ora al vaglio del Comitato di Sorveglianza Ministeriale che dovrebbe pronunciarsi nel breve. Se tutto andrà come auspicabilmente sperato e se tutte le ulteriori necessarie garanzie richieste, dall’attuale Amministratore, al Gruppo UVET saranno confermate dallo stesso, entro ottobre prossimo dovrebbe chiudersi l’intera operazione per poi procedere alla verifica dell’Antitrust.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali valutano comunque positivo il fatto che si sia giunti ad un livello di sintesi sulla vendita della proprietà per il bene di tutti i lavoratori ma ovviamente hanno richiesto, come più volte del resto negli ultimi mesi, le massime garanzie riferite al fatto che il futuro acquirente dovrà investire nello sviluppo di Blue Panorama.

Investire sulla flotta, sulla crescita del network e quindi investire sull’occupazione anche attraverso l’immissione di nuovi AA/MM di lungo raggio e soprattutto che si avvii, contestualmente all’effettiva chiusura delle operazioni e comunque al più presto possibile, il confronto di merito sul rinnovo del contratto come previsto dagli impegni assunti reciprocamente nel corso degli ultimi due anni.

Abbiamo ribadito che gli obiettivi che sembrano essere ormai a portata di mano, sono possibile solo grazie all’impegno ed alla fatica delle Lavoratrici e dei Lavoratori che hanno reso possibile la sopravvivenza di Blue Panorama.

Il confronto sindacale con l’Amministratore, riprenderà, come richiesto dalle OOSS, entro la fine di settembre non appena sarà chiaro se l’offerta vincolante si trasformerà nella chiusura effettiva di un accordo di vendita.

 

Roma, 27 luglio 2017

Dipartimenti Nazionali

Personale di Terra- PNT e PNC

Filt Cgil – Fit Cisl – Uilt – UGL Trasporto Aereo – Anpac – Anpav

Comitato Amministratore del Fondo di Solidarietà

del Trasporto Aereo: seduta del 25 luglio 2017

 

Gentili colleghi, il 25 luglio u.s. si è tenuto il nuovo incontro del Comitato Amministratore di FSTA; con questa seduta si è potuto entrare nel merito di molti aspetti di fondamentale importanza.

Sono state approvate numerose delibere di erogazione, indicate a seguire in questo comunicato, e si è entrato nel merito di delicate questioni inerenti le procedure di avvio effettivo del pagamento diretto della CIGS Alitalia che ancora oggi non risultano del tutto istruite. Si è poi discusso (ancora una volta) delle questioni legate alla mancanza di regolarità del Durc (documento di regolarità contributiva delle aziende) che non consente nei casi di soggettiva irregolarità, la votazione del Comitato Amministratore delle rispettive delibere di interesse e verso le quali si ripongono da ormai oltre un anno, le attese di moltissimi lavoratori che si sono visti privati delle integrazioni di legge.

Per quanto concerne la società Alitalia che per dimensioni è la società più rilevante ed in particolare per le integrazioni della CIGS ad iniziare da maggio, ma anche della Solidarietà di aprile 2017, ultimo mese di attività della SAI, le procedure non sono ancora completamente definite. Non è dato conoscere lo stato di avanzamento nella produzione del relativo decreto ministeriale e purtroppo la CIGS viene nel frattempo assegnata ai lavoratori, i quali si vedono computate le trattenute economiche sul complessivo delle giornate di CIGS assegnate. In sintesi, alla data odierna per quest’azienda non sono ancora istruite e completate le procedure per l’integrazione al reddito pari all’80% e quindi sono di fatto assegnate solo le quote base di legge, anticipate dall’azienda sulle singole giornate. I componenti sindacali del Comitato hanno inviato un sollecito a tutti gli organi e le funzioni interessate alla produzione ed all’emanazione di questo decreto ed abbiamo ricevuto rassicurazioni specifiche di imminente pubblicazione. Per correttezza d’informazione va ricordato che per effetto del nuovo decreto di costituzione dell’FSTA è purtroppo impedito alle aziende la possibilità di anticipare gli emolumenti relativi alle integrazioni ai redditi nelle modalità previste dal Regolamento.

Altra società per la quale è necessario ripresentare la domanda, ma per la quale siamo riusciti ad avere una convocazione eccezionale per garantire la votazione della delibera di erogazione per il primo agosto p.v. oltre all’impegno formale di INPS per accelerare al massimo l’avvio delle procedure per consentire il pagamento, è la WFS. Per quest’azienda a causa di un disallineamento dei sistemi informatici e non di una sua reale mancanza o irregolare contribuzione, si è dovuto procedere (nonostante le ripetuta contrarietà del Comitato) ad una votazione di reiezione secondo lo stringente Regolamento vigente. Sottolineiamo tuttavia la massima disponibilità registrata dall’Ente per consentire entro brevissimo l’avvio dei pagamenti.

Grazie alla nuova normativa del Fondo, in questo senso migliorata rispetto alla precedente, è oggi possibile procedere all’erogazione delle integrazioni per le aziende poste in procedura fallimentare e/o in liquidazione anche se in presenza di DURC irregolare. Questo tema è stato oggetto di profonde pressioni da parte dei componenti sindacali del Comitato soprattutto in considerazione del fatto che questa norma colpiva due volte i lavoratori i quali oltre ad essere posti in ammortizzatore sociale si vedevano anche sottratti dal diritto ad avere l’integrazione all’80%.

Parliamo della società New Livingston, la Livingston Executive, la Livingston in Amministrazione Straordinaria nonché la società Ground Care e ricordiamo ancora una volta il dramma di AMS oggi fortunatamente risolto.

Per queste aziende si procederà alla votazione presumibilmente entro la sessione di settembre p.v. Invitiamo tutti i lavoratori di queste aziende a volerci contattare per ulteriori delucidazioni.

Delibere 25 LUGLIO 2017

Prestazione di importo CIGS:

GH Napoli – Alisud Gesac – Aviapartner – Alha AirportMXP S.p.A. –Gh Palermo – Gh Cagliari -Aeroporto

Sant’Anna.

 

 

Roma, 27 luglio 2017

 

 

 

Segreteria Nazionale UGL Trasporto Aereo