Nella serata del 29 gennaio u.s. si è tenuto il consueto incontro con i Commissari Alitalia per analizzare l’evoluzione dell’azienda durante la gestione straordinaria che ricordiamo è in essere dal mese di maggio 2017.

Alitalia ha confermato l’andamento positivo degli indicatori economici ed una costante riduzione delle perdite con il conseguenziale incremento dei ricavi.

  • Ricavi passeggeri + 6.9 (2018 vs 2017)
  • Ricavi totali +5%(2018 vs 2017)  

Come già sottolineato nei nostri precedenti comunicati, apprezziamo e lo abbiamo ribadito, il lavoro svolto dai Commissari che dimostra come una gestione seria, attenta ed oculata possa consegnare al mercato un’azienda sana, con importanti prospettive di crescita, certamente in grado di essere competitiva e di poter muovere l’economia di questo Paese; questo in sintesi lo stato dell’arte in riferimento a tutti i principali indicatori economici.

La UGL Trasporto Aereo ha inoltre ribadito che è necessario comprendere al più presto il futuro assetto, avere le conferme sul principale Partner industriale (a parte la già manifestata decisione di Ferrovie dello Stato) e come e soprattutto con quale percentuale di possesso il Governo presiederà la nuova proprietà, tutti elementi e fattori imprescindibili per poter valutare compiutamente il futuro di Alitalia.

Come appare evidente in questo contesto di transitorietà e di definizione strategica si cala la scelta aziendale della momentanea decisione di fermare l’arrivo dei nuovi A321 NEO e di un A330 in attesa della definizione della tipologia di flotta futura. Restano ovviamente in piedi le principali tematiche che sono state comunque ribadite come, ad esempio, quella di voler procedere al rinnovo del contratto a tutela delle prioritarie necessità dei lavoratori di questo Settore che hanno contribuito enormemente, al salvataggio ed alle azioni di rilancio che oggi registriamo.

In tal senso, stiamo già operando con le altre OOSS per la definizione della sezione generale del CCNL in vista dei futuri appuntamenti per le sezioni specifiche.

La decisione del Governo di rinnovare per un solo anno il finanziamento del Fondo di Solidarietà del Trasporto Aereo peraltro avendolo ridotto ad 1.5 euro, ci consegna un’ulteriore criticità che è nostra intenzione affrontare con la massima urgenza anche considerando il contenuto normativo del decreto (RDC) appena emanato, nel quale sono stati inseriti gli aspetti inerenti l’utilizzo del Fondo e la sua alimentazione economica.

La UGL Trasporto Aereo, ha quindi ribadito la sua volontà di contribuire con idee e fattiva progettualità al proseguimento dei lavori auspicando azioni concrete sui temi sopra individuati; su questo auspichiamo che il governo apra una fase permanente di confronto sul futuro del Trasporto Aereo.

Sono mesi che UGL ha scelto di imprimere una forte azione di pressione su tutti gli attori interessati, per tentare di sensibilizzare la politica affinché essa comprenda che il Trasporto Aereo può incidere per molti punti di PIL sull’economia nazionale e che questo Settore, essendo in forte crescita, può generare migliaia e migliaia di posti di lavoro ed effetti positivi per tutti gli addetti di quest’industria.

 

Segreteria Nazionale UGL Trasporto Aereo

 

Roma, 30 gennaio 2019