Nella riunione odierna presso il MISE alla presenza del Ministro Di Maio, ci e’ stato ufficializzato che il percorso per il rilancio di Alitalia passerà attraverso un’alleanza che oltre ad FS, vedrà la partecipazione di Delta Airlines ed EasyJet come Partner stranieri, il MEF come partecipazione pubblica e che entro il mese di marzo, sarà reso noto il Piano Industriale.

Le dichiarazioni del Governo sono certamente positive ma sono ormai indifferibili, (prosegue il Segretario Nazionale), concreti passi in avanti anche nel metodo e nel merito della discussione.

Dovranno essere affrontati con immediatezza gli aspetti collegati al perimetro della nuova Alitalia, alla conferma dell’inclusione di tutti gli attuali lavoratori nel futuro aziendale ed anche prevedere il ritorno della manutenzione aeromobili all’interno di AZ.

Restano nebulosi inoltre alcuni aspetti fondamentali come quelli riferiti al Fondo di Solidarietà che ribadiamo essere strumento di sostegno fondamentale che deve divenire inevitabilmente strutturale; per questo non condividiamo la sua proroga circoscritta al momento, per solo il 2019.

Possiamo quindi intercettare le opportunità di crescita del mercato che sono esponenziali ed eccezionali ed è ineluttabile l’attivazione di un tavolo di sistema ministeriale permanente presso il MIT per le analisi di tutte le criticità che da anni, evidenziamo per il bene del Trasporto Aereo.

Vigileremo sugli impegni assunti dal governo e vi terremo informa.