ALITALIA: GUIDI CONVOCA PARTI SU VERTENZA AMS PER 1 OTTOBRE

Vertice al Mise il primo ottobre prossimo sulla vertenza Ams. Il ministro dello Sviluppo economico, Federica guidi, ha convocato, infatti, le parti interessate e il presidente della società Atitech Gianni Lettieri. Il ministro Guidi, si legge in una nota del dicastero, si sta occupando personalmente dell’evolversi della situazione relativa ad Alitalia Maintenance Systems, di cui Alitalia è il principale cliente, che revisiona e ripara i motori aeronautici. Il ministro Guidi è in continuo contatto con il presidente di Alitalia, Luca Cordero di Montezemolo, per seguire la vicenda al fine di ricercare quanto prima eventuali soluzioni al caso.

Regione Lazio farà la sua parte – Subito tavolo di confronto

“La Regione Lazio è pronta a essere parte di uno sforzo comune volto a scongiurare la scomparsa per il territorio regionale di un’attività di eccellenza come quella di Alitalia Maintenance Systems e la perdita di 240 posti di lavoro. Si tratta di un salvataggio che deve vedere tutte le istituzioni coinvolte e i rappresentanti dei lavoratori
impegnarsi per ottenere un obiettivo comune, per il quale è assolutamente necessario convocare al più presto presso il Governo un tavolo che definisca i termini della situazione e le possibilità di intervento”. Lo hanno dichiarato il presidente della Regione Lazio,Nicola Zingaretti, e gli assessori al Lavoro,áLucia Valente, e allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani. “Non c`è infatti soltanto un fallimento da evitare, ma c’è da chiarire quali sono le scelte che l’azienda intende compiere rispetto al servizio di controllo e riparazione dei motori aeronautici attraverso le quali operare un riposizionamento competitivo che può trovare sostegno anche nell’ambito degli strumenti da attivare per il processo di reindustrializzazione del Lazio”.

Segretario Ugl Trasporto Aereo – Francesco Alfonsi
“La convocazione di un tavolo di trattativa al ministero dello Sviluppo economico e’ un fatto positivo che risponde alle nostre richieste, ma è solo un primo passo per entrare nel concreto dei problemi di Alitalia Maintenance Systems”. Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl Trasporto Aereo, Francesco Alfonsi, aggiungendo come “occorre infatti fare tutto il possibile affinche’ siano garantite tre condizioni fondamentali: il legame fra Ams e Alitalia; la continuità e il mantenimento delle attività; l’individuazione di un soggetto industriale che abbia la volontà di rilanciare l’azienda”.