Vertenza Alitalia: dalla riunione odierna presso il MISE nessun nuovo elemento è emerso in merito alla compagine azionaria del Consorzio che dovrà traghettare Alitalia verso la nuova azienda. 
Lo dichiara Francesco Alfonsi, SEGRETARIO nazionale della UGL Trasporto Aereo. 
Siamo insoddisfatti (prosegue il Segretario) dell’esito della riunione odierna. 
“Cresce inoltre la preoccupazione per una vicenda che coinvolge migliaia di lavoratrici e di lavoratori dell’azienda oltre che dell’intero indotto – prosegue il sindacalista che precisa: “abbiamo chiesto al ministro di smentire le indiscrezioni sul piano industriale che sono circolate riferite agli esuberi ed al ridimensionamento dell’azienda” e su questo il Ministro ha confermato che Alitalia verrà in ogni caso, rilanciata senza esuberi.
Deve essere precisato che l’incertezza che avvolge la vertenza, non può essere mitigata dalle dichiarazioni delle funzioni governative che si ripetono e susseguono senza soluzione di continuità, apparendo ormai vacue e sterili, da mesi.”
“Non possiamo che confermare, pertanto” -conclude Alfonsi – “ l’azione di sciopero prevista per il 26 luglio pv. chiamando a raccolta tutte le lavoratrici ed i lavoratori logorati da una vicenda che si protrae, non trovando una definitiva soluzione, da ormai troppo tempo”.
Roma, 03/07/19
UGL
Federazione Nazionale del Trasporto Aereo